Carie, erosione dello smalto, infiammazione delle gengive, malattia parodontale: sono tutte malattie orali che si manifestano di frequente durante la gravidanza.

A parte il peggioramento della qualità della vita della futura mamma, che di certo in quei mesi farebbe a meno del mal di denti, queste condizioni possono avere conseguenze negative anche per la salute del feto e del bambino.

Ecco perché è importante prendersi cura della salute di bocca e denti durante i nove mesi di gravidanza.

Un tempo c’era un detto:

ogni figlio un dente in meno.

Ma era l’epoca in cui le cure dentarie erano scarse e inadeguate e molte mamme in dolce attesa non potevano contare su una alimentazione sufficientemente ricca di proteine e minerali che assicurassero il benessere dei denti.

Non esisteva la profilassi al fluoro e nemmeno si praticavano le sedute di pulizia professionale.
Oggi, per fortuna, le cose sono cambiate e sono molte le donne con uno o più figli che possono contare su una dentatura sana e su un bellissimo sorriso.

Però, è vero, nove mesi sono lunghi e può sempre capitare una piccola carie o un dente del giudizio che comincia a farsi sentire proprio in quel periodo.

Ecco, allora, che di seguito ti diamo cinque utili consigli per prenderti cura dei tuoi denti e gengive durante il periodo di gestazione.

Cura dei denti quotidiana

Spazzolare i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro e utilizzare il filo interdentale tutti i giorni è una sana abitudine che non va mai trascurata, soprattutto in gravidanza.

I denti vanno lavati a due o tre per volta, con uno spazzolino piuttosto piccolo, con la testa arrotondata, “a secco” o appena inumidito. Dopo averli spazzolati tutti (ci vogliono almeno 3 minuti) si può fare una veloce spazzolata con una puntina di dentifricio, per rinfrescare la bocca.

I denti vanno lavati dopo ogni pasto. Il filo interdentale o lo scovolino è utile per pulire lo spazio tra un dente e l’altro.

L’alimentazione a prova di sorriso perfetto

È noto che le caramelle, i chewing gum, i dolciumi, le bevande zuccherate, fumo, alcolici nonché gli alimenti ricchi di carboidrati rappresentano un vero e proprio attentato per i denti, e per questo dovrebbero essere consumati con moderazione.

Soprattutto durante la gravidanza è bene fare attenzione alla propria dieta, sia per la salute in genere che per la salute dei denti.

Tra i consigli di cui fare tesoro ricorda:

  • di limitare ai soli pasti l’assunzione di cibi contenenti zuccheri;
  • di evitare le bevande gassate e zuccherate, preferendo acqua o latte magro;
  • di preferire la frutta ai succhi di frutta.

Assumere fluoro

È noto che il fluoro aiuta i denti a resistere all’azione cariogena dei batteri che vivono nella placca dentale. La maggior parte del fluoro viene assunta con l’alimentazione e in particolare con l’acqua.

Ci si deve assicurare che nella zona dove si abita l’acqua dell’acquedotto, normalmente usata per cucinare e per bere, abbia un’elevata concentrazione di fluoro. Si può verificare facilmente il livello di fluorizzazione delle acque informandosi presso gli uffici dell’acquedotto comunale.

Se si usa solo acqua minerale, si deve verificarne il contenuto di fluoro leggendone la percentuale sull’etichetta.

Usare un dentifricio che dichiari sulla confezione di avere una buona concentrazione di fluoro.

È poi utile, specie durante la gravidanza, eseguire dal dentista una o due sedute di fluoroprofilassi topica che consiste nel mettere impacchi di gel di fluoro ad alta concentrazione a contatto con i denti per 3/5 minuti.

Questa terapia preventiva va fatta sotto stretto controllo dell’odontoiatra per evitarne gli effetti indesiderati. Inoltre, è una buona abitudine l’uso regolare di un collutorio al fluoro alla sera subito dopo l’igiene orale.

Rimedi naturali per proteggere le gengive

Per proteggere le gengive in modo naturale non devi fare altro che fare un salto in erboristeria. Malva ma anche aloe vera hanno ottime proprietà antinfiammatorie.

Visite dal dentista

Quando andare dal dentista? Se sono passati più di sei mesi dall’ultimo controllo dal dentista, programmarne subito uno, con pulizia dei denti.

In genere il momento migliore per le terapie dentali in gravidanza è tra le 14 e le 20 settimane, quando ormai il rischio di aborto è diminuito e tutti gli organi del bambino sono formati.

Dopo le 20 settimane, l’aumento di volume dell’utero può rendere scomoda la posizione distesa sulla poltrona: alcune donne possono andare incontro a nausea, vomito o a un abbassamento di pressione.

Per questo, meglio mantenere una posizione semidistesa, magari con un cuscino sotto il lato destro del corpo.